Ricevitore GPS bluetooth Nemerix BT-74R
> Scritto da Samuel Zilli il giorno 06/04/2007
 1 - Introduzione

  GPS, ovvero Global Positioning System.
Questa sigla, ormai conosciuta da tutti, si riferisce al sistema di 24 satelliti (in realtà sono un po' di più) gestiti dagli USA che permette ad un ricevitore compatibile di calcolare la propria posizione in qualsiasi posto del pianeta.
Il GPS si è diffuso in questi ultimi anni grazie ai navigatori satellitari, che appunto grazie al sistema GPS sono in grado di tracciare in tempo reale la posizione del veicolo e dare indicazioni per guidare il pilota verso una meta stabilita, grazie alle mappe cartografiche incluse nei software di navigazione.
Per una breve digressione sul funzionamento del sistema GPS, potete fare riferimento a questa precedente recensione.

Ciò di cui ci occupiamo oggi in questo articolo è il Nemerix Ichona BT-74R GPS-NB1054 Super III, un ricevitore GPS con connessione bluetooth.

Adatto ad essere utilizzato in abbinamento ad un qualsiasi dispositivo portatile dotato di connessione bluetooth, è in grado di trasformare il nostro palmare, smartphone o notebook in un vero e proprio navigatore satellitare, a patto ovviamente di installare anche un software di navigazione.

In un mercato che offre un numero sempre maggiore di modelli di ricevitori GPS, il Nemerix BT-74R si propone come una delle soluzioni con il migliore rapporto prezzo prestazioni, vantando anche la ricezione a 32 canali.

Potete trovare il Nemerix BT-74R in offerta sul sito iperprice.it, che ringraziamo per averci gentilmente fornito l'esemplare in prova.

 2 - Descrizione – Dotazione e accessori

  

Il ricevitore GPS bluetooth Nemerix Ichona BT-74R GPS-NB1054 Super III è contenuto in una scatola di robusto cartone, sulla quale sono indicate le potenzialità del prodotto ma mancano i dettagli tecnici (che vi riportiamo nella prossima pagina).

All'interno sia il ricevitore che i vari accessori sono imballati con apprezzabile cura, aspetto molto importante per evitare che il prodotto venga danneggiato durante il trasporto.

La dotazione del Nemerix BT-74R è senz'altro interessante. Sono infatti forniti all'interno della confezione:

  • un alimentatore di rete per caricare la batteria del ricevitore, con connettore Mini-USB (lo stesso usato da diversi dispositivi portatili USB come alcuni palmari e smartphone;
  • un alimentatore da auto/moto (per presa accendisigari), che permette di alimentare/caricare il ricevitore, dotato di un connettore USB al quale collegare il cavo fornito;
  • un cavo USB con connettore finale Mini-USB, con il quale si può alimentare/ricaricare il ricevitore sia abbinandolo all'alimentatore da auto, sia collegandolo ad un qualsiasi PC o notebook;
  • un tappettino in gomma antiscivolo, utile in auto per appoggiare il ricevitore sul cruscotto o in un portaoggetti evitando che si sposti o cada;
  • la batteria al litio da usare con il ricevitore.

Come si vede c'è praticamente tutto quello che può servire per usare il ricevitore GPS in ogni condizione ed ambiente.
L'unico appunto che si può fare è la mancanza di un manuale o almeno di un foglio di istruzioni. Non viene fornito nessun CD di driver, che peraltro non sono necessari per il normale funzionamento.

L'alimentatore di rete è estremamente compatto e leggero, cosa che renderà felice chi intende portarselo appresso nei viaggi più lunghi. Si tratta di un normale alimentatore per periferiche USB con connettore Mini-USB (fornisce 5.3 Volt e 500 mA), eventualmente sostituibile con altri di simili caratteristiche.

L'alimentatore da auto è pensato in maniera intelligente: è infatti dotato di una presa USB standard alla quale si può collegare il cavo fornito per ricaricare il ricevitore durante il viaggio, ma si può anche usare per ricaricare il proprio palmare/cellulare, se siamo in possesso dello specifico cavetto USB necessario (basta che il palmare/cellulare da ricaricare non richieda più dei 650mA di corrente forniti dall'alimentatore). Si noti poi che l'alimentatore da auto è compatibile sia con l'alimentazione a 12 Volt delle auto, sia con quella a 24 Volt dei camion.

 3 - Descrizione – Caratteristiche del ricevitore

  

Il ricevitore Nemerix BT-74R ha un corpo realizzato in materiale plastico resistente, di colore nero. Vi troviamo il pulsante per l'accensione/spegnimento, da tenere premuto un paio di secondi per evitare accensioni accidentali.
A segnalarne il funzionamento ci sono ben tre LED. Quello a sinistra è verde e segnala la ricezione del segnale GPS. Quello centrale è rosso ed è relativo all'alimentazione: quando mettete in carica il ricevitore si accende questo LED, che si spegne quando la ricarica è completata; si accende anche quando la batteria si sta scaricando. A destra, infine, c'è il LED blu che lampeggiando segnala il collegamento bluetooth.
Il chip interno è prodotto dall'azienda svizzera Nemerix, ed è la recente versione a 32 canali ad alta sensibilità di ricezione.

Nella parte inferiore, c'è lo sportellino del vano batteria, con il gancetto di chiusura, nonché il connettore Mini-USB necessario alla ricarica della batteria. Per quanto riguarda lo sportellino, è realizzato in plastica piuttosto leggera e bisogna stare attenti nel richiuderlo a non lasciare disallineamenti tra le plastiche. In compenso, è dotato di utili piedini in gomma antiscivolo.

La batteria (mod. ETI-L11) è un modello agli ioni di litio, priva quindi del problematico “effetto memoria”. Ha una tensione nominale di 3.7V con una capacità di 1100mAh, per un'autonomia dichiarata in 13 ore di funzionamento o in una settimana in stand-by.

Le dimensioni del Nemerix BT-74R sono sufficientemente compatte, in linea con quelle degli altri concorrenti. Il peso è contenuto in 70 grammi, mentre gli ingombri sono di 81 x 43 x 17 mm: quanto basta per racchiuderlo nel palmo di una mano.

Di seguito riportiamo i dati tecnici forniti dal venditore.

Specifiche tecniche del Nemerix BT-74R:

- Approssimativamente 45000 effettivi correlatori per un veloce TTFF e un elevata sensibilità di acquisizione
- Acquisisce 32 satelliti
- Capacità di tracciatura superiore: -157dBm
- Capacità d'uso in-door: <20m (RMS)
- Compatibile NMEA-0183 V2.2
- Trasferimento dati: 9600/38400bps
- Consumi ultra ridotti: autonomia continua di 13 ore e fino ad una settimana di StandBy grazie alla batteria da 1100mAh
- Tempo per una carica completa: 3ore
- Display a 3 LED: GPS, Bluetooth e Power
- Spegnimento automatico se non vi è connessione Bluetooth oltre 10min
- Dimensioni: 81.0 (L) X 43.00 (W) X 17.6 (H) mm
- Peso: 70g (batteria inclusa)
- Superfice antiscivolo per un posizionamento sicuro
- Caricatore per auto, adattatore inclusi nella confezione

Chipset
- RFMD

Frequenza
- L1, 1575.42MHz

C/A Code
- 1.023MHz chip

Antenna
- Integrata a basso rumore

Sensibilità
- Fino a - 157dBm

Partenza a freddo
- 43 sec. media

Partenza a caldo
- 25 sec. media

Hot Start
- 4 sec. media

Rapporto aggiornamento
- 1 sec

Accuratezza

Posizione
- Cielo aperto: < 5m (RMS)
- In door: < 20 (RMS)

Velocità
- 0,1m/sec, senza SA

Alimentazione
- Integra batteria ricaricabile 1100mAh Li-ion e ingresso DC 5V

Corrente operativa
- <80mA (Tipica)

Tempo operativo
- 13ore continue dopo una ricarica completa

Tempo di ricarica
- 3.0 ore (tipico)

Caratteristiche ambientali

Temperatura operativa
- da - 20°C a + 60°C

Temperatura di conservazione
- da - 50°C a + 100°C

Condizioni dinamiche
- Altitudine < 18.000m
- Velocità < 515m/s
- Accellerazione <1G
- Motional Jerk 4 m/sec

Interfaccia
- Comunicazione tramite Bluetooth (classe 2) e profilo porta seriale
- Distanza massima di comunicazione 10metri (Tipica)
- Protocolli GPS: Defaut: NMEA-0183 V2.2 e GGA, GSA, GSV, GLL, RMC, VTG, Baud rate 9600/38400 bps
- Bit dati: 8, bit di stop: 1 (Default)

Dimensioni e peso
- 81.0 (L) X 43.00 (W) X 17.6 (H) mm
- 70g batteria compresa

Accessori
- Caricatore da auto (ingresso 12V, uscita 5V)
-Adattatore da rete (uscita 5,3V 500mA)

 4 - Test e prova su strada - Prima parte

  Durante i nostri test, per verificarne la compatibilità, abbiamo provato a collegare il ricevitore GPS Nemerix BT-74R ai seguenti tre palmari:

  • I-Mate Jasjar (Windows Mobile 5)
  • I-Mate K-Jam (Windows Mobile 5)
  • I-Mate PDA-2K (Windows Mobile 2003)

In tutti e tre i casi l'installazione ed il riconoscimento del ricevitore sono avvenuti senza alcun problema.
Il rivenditore comunque ne dichiara la compatibilità con tutti i palmari, smartphone e notebook dotati di connessione bluetooth, nonché con i cellulari predisposti (ad esempio i Nokia con Symbian e bluetooth).

Il test completo (cui fanno riferimento le immagini seguenti) l'abbiamo eseguito con il palmare I-Mate Jasjar, software VisualGPSce ver. 1.2.106 e TomTom Navigator 5 ver. 5.210(5430).

La prima cosa da fare è, nelle Impostazioni del palmare, aprire la scheda Connessioni e quindi cliccare su Bluetooth.

A questo punto, nella scheda Modalità, attivare il bluetooth se non lo è già. Accendiamo anche il ricevitore GPS Nemerix BT-74R.

Passare quindi alla scheda Dispositivi e fare click sulla voce Nuova relazione.


Dopo qualche secondo di ricerca, viene rilevato il ricevitore GPS, indicato come BTGPS74R (ignorate pure il punto di domanda giallo...). Cliccarlo e premere Avanti.

Viene richiesta la password di connessione, ed immettiamo “0000”. Quindi clicchiamo ancora Avanti.

Ci viene ora proposto di dare un nome al dispositivo (possiamo tranquillamente lasciare BTGPS74R); selezioniamo la casella Porta seriale e clicchiamo Fine.

Tornati alla scheda Dispositivi, passiamo ora alla scheda Porte COM. Clicchiamo la voce Nuova porta in uscita.

Selezioniamo il nostro dispositivo e premiamo Avanti, ci verrà richiesto di selezionare una porta seriale da associare al ricevitore GPS. Tale porta seriale verrà utilizzata dai software per ricevere i dati GPS dal ricevitore; possiamo scegliere quello che vogliamo tra quelle disponibili, ma le scelte più comuni sono le COM6, COM7 e COM8.
Fatta la selezione desiderata (ricordiamoci cosa abbiamo scelto), premiamo Fine.

Viene evidenziato ora il dispositivo associato alla sua porta seriale. A questo punto la configurazione del nostro palmare è terminata, e possiamo cominciare ad usare il ricevitore GPS Nemerix BT-74R.

 5 - Test e prova su strada - Seconda parte

  Per prima cosa abbiamo controllato il funzionamento del ricevitore con il software VisualGPSce. Si tratta di una semplice utility gratuita che permette di visualizzare molti parametri forniti dal GPS, e controllarne quindi velocemente sia il funzionamento della connessione bluetooth con il palmare, sia il numero e la qualità dei segnali ricevuti dai satelliti.

Per impostare VisualGPSce per utilizzare il nostro ricevitore, è sufficiente aprire il menù Connect e selezionare la voce Serial Port.

Qui selezioniamo la porta seriale impostata in precedenza. Per quanto riguarda la velocità (Baud) possiamo tranquillamente lasciare 4800 o 9600, tanto lo standard di trasmissione NMEA prevede una velocità di 4800 bps.

A questo punto, se vogliamo, possiamo anche impostare le unità di misura desiderate, tramite il menù File.

In pochi secondi il ricevitore GPS inizierà a ricevere i segnali dai satelliti. Nella schermata iniziale di VisualGPSce vedremo quindi il numero di satelliti “agganciati” e il livello del segnale di ognuno. Quando il GPS effettua il fix (ovvero acquisisce un numero sufficiente di satelliti per calcolare la posizione), l'icona in basso a destra passa dal rosso al verde, e i satelliti agganciati vengono visualizzati con il colore blu invece del grigio.

In TomTom Navigator 5 la configurazione del GPS è molto semplice: basta selezionare il modello “Altri GPS Bluetooth” e premere Seleziona.

Al messaggio che ci ricorda di effettuare la configurazione del palmare per rilevare il ricevitore, premiamo Continua.

Selezioniamo la porta seriale che avevamo impostato in precedenza (nel nostro caso COM8) ed abbiamo finito.

A questo punto, nella schermata Stato GPS di TomTom, vedremo i satelliti agganciati dal ricevitore.

Ora non resta che pianificare il nostro itinerario e lasciarci guidare dal software di navigazione.

Nei nostri test il tempo di fix (che avviene di norma quando vengono agganciati i primi 4 satelliti) è sempre stato contenuto tra i 10 e i 20 secondi dall'accensione del ricevitore GPS. Quando il ricevitore è rimasto spento per 3 giorni di seguito, alla prima accensione ha richiesto circa 30 secondi per il fix. Entro 60 secondi si arriva ad agganciare normalmente dai 6 agli 8 satelliti, dando una precisione ottimale.
Anche il fix con il veicolo in movimento non ha creato problemi: quando abbiamo provato ad accendere il ricevitore mentre l'auto viaggiava a 90km/h (dopo che era rimasto spento per oltre 12 ore) in meno di 20 secondi sono stati agganciati i primi quattro satelliti.

Questi test sono stati eseguiti tenendo il ricevitore sul cruscotto dell'auto, sotto il parabrezza, in normali condizioni di viaggio.
Per ulteriore verifica, nel caso la propria auto avesse il parabrezza schermato, abbiamo provato a tenere il ricevitore nel vano portaoggetti della portiera anteriore sinistra, nonché nella cappelliera posteriore: in entrambi i casi la ricezione è stata buona con 5-6 satelliti sempre in uso.
All'interno degli edifici invece la ricezione (come prevedibile) è difficile da ottenere. Se il ricevitore era spento, non riesce a fare il fix della posizione. Se invece il ricevitore viene acceso all'esterno, e quindi portato all'interno dopo che abbia agganciato i satelliti, a volte riesce a mantenere il segnale, ma dipende dalla composizione dell'edificio e dalla vicinanza di finestre. Si tratta comunque di un comportamento molto comune, in quanto i segnali dei satelliti GPS non sono concepiti per un uso all'interno di edifici e quindi non sono sufficientemente forti.

Per quanto riguarda la sensibilità e la stabilità della ricezione, non abbiamo avuto problemi nemmeno con la pioggia.
Nella guida in città, il segnale è rimasto abbastanza stabile, perdendo la posizione solo in alcuni punti critici (sottopassi, palazzi ravvicinati) e per pochissimi secondi. In ogni caso, si è trattato di eventi piuttosto rari e che non hanno creato problemi alla navigazione con TomTom Navigator.
Nessun problema invece percorrendo strade al di fuori dei centri urbani più grossi.

Non abbiamo eseguito test precisi sull'autonomia della batteria, ma per quanto abbiamo potuto constatare oggettivamente durante le nostre prove, l'autonomia reale è buona e non dovrebbe essere lontana da quella dichiarata.

 6 - Conclusioni

  

Il ricevitore GPS Nemerix BT-74R rappresenta una delle soluzioni più complete ed economiche oggi disponibili sul mercato. Abbina dimensioni contenute ad una buona autonomia della batteria, nonché una nutrita serie di accessori in dotazione.

Il Nemerix BT-74R è dotato poi di connessione senza fili Bluetooth; questo permette di collegare agevolmente e senza alcun cavo il dispositivo al proprio cellulare o palmare, realizzando così un completo e funzionale sistema di navigazione GPS.

Il sistema di navigazione è basato sul recente chipset Nemerix a 32 canali, che presenta una elevata sensibilità. Pur non raggiungendo i risultati dei migliori e più costosi dispositivi in commercio, nei nostri test si è dimostrato decisamente valido, soprattutto in relazione al costo d'acquisto senz'altro competitivo.

In buona sostanza, se cercate un ricevitore GPS bluetooth dalle buone prestazioni, con una dotazione completa e a buon mercato, a nostro avviso il Nemerix Ichona BT-74R GPS-NB1054 che abbiamo recensito è senz'altro un buon affare.

Lo trovate in vendita on-line sul sito iperprice.it, che ringraziamo per averci gentilmente fornito l'esemplare in prova.


--------------------------------------------------------------------------------------------
AZPoint.net - http://www.azpoint.net
Vietata ogni forma di duplicazione