Pagina Iniziale | Preferiti Comunity: Login | Registrati | Newsletter | Forum | Concorsi Newsgroup
Canali: Hardware | Software | Files | Webmaster | Cellulari | Shop
Nel sito: News | Articoli | Files | Manuali | Consigli PC | Schede cellulari | Programmaz. | Hosting | Motori Ricerca | Glossario | Link
Servizi: Shopping | Forum | Crea un BLOG | Cartucce Compatibili | Tool News |   Sponsor: Automazione Industriale
  Articoli

Recensioni
Consigli per PC


  News e files

Software
Telefonia
Internet
Tecnologia
Files e Download


  Manualistica

Guide HW/SW
Scripts ASP
Scripts HTML
Scripts Java
Scripts Delphi
Glossario


  Shopping

Hardware
Software e Giochi
Elettronica
Cinema e Film
Console e Accessori
Prodotti Ufficio
Formazione e Corsi

Tieniti aggiornato sul mondo della tecnologia con la nostra newsletter!
La tecnologia sulla tua
casella e-mail

[Info Newsletter]


Concessionaria Pubblicitaria

<< News Precedente [Fine Pagina] News Successiva >>
Usabilità - introduzione (lez. 1)

Un articolo di: Alberto Zilli del 22/04/2002      Letture: 5241

Usabilità – introduzione (lez. 1)

E’ nostro dovere portarvi a conoscenza di questa scienza del web in continuo sviluppo che ha sempre in modo maggiore acquistato importanza con il passare del tempo anche in Italia. Fino a qualche anno fa l’usabilità era considerata dalle aziende e dai liberi professionisti solo nel mercato americano, ma è evidente che con lo sviluppo di questa materia è stato poi impossibile ignorarla completamente.

E’ proprio questo il motivo fondamentale che ha permesso la sua diffusione anche nel nostro paese, anche se non possiamo ancora dire di aver raggiunto i livelli degli Stati Uniti e questo è sicuramente un punto a svafore da parte nostra, soprattutto perché si tende a confondere questa materia con altre specie di surrogati.
L’usabilità ha, infatti, sempre portati a fraintendimenti nel campo del lavoro da parte d’aziende, che affidavano questo compito a persone che non avevano neppure le minime conoscenze in questo campo.

Io ho però avuto la fortuna di frequentare corsi on-line su questo campo ed ho spesso acquistato materiale che trattava l’Usabilità, oltre ad avere consultato notevoli articoli e guide on-line su siti specializzati (per esempio usabile.it che ci permette di linkare e pubblicare alcuni dei suoi lavori).

Dopo aver acquisito una buona infarinatura di base, ho deciso di condividere le mie conoscenze su questo campo con tutti gli utenti che si collegano con costanza giornaliera su AZ Informatica. Ed allora dopo questa piccola premessa entriamo nel vero mondo dell’Usabiltà, iniziando innanzi tutto chiarendo quali sono le tematiche che tratta questa scienza ed evitando di confonderla con l’Accessibilità.

Usabilità, accessibilità, quali le differenze?:

Nei giorni nostri alcuni meno esperti tendono a considerare usabilità ed accessibilità come un’unica materia, ma non è sicuramente vero, anche se spesso queste due lavorano in simbiosi.

Con accessibilità si intende infatti quella scienza che studia le strategie che permettono di rendere utilizzabile qualsiasi prodotto informatico a tutti, ora soprattutto per quanto riguarda siti web e software. Questa materia è nata per il semplice motivo che la quantità di gente portatrice di handicap, sia mentali che fisici, è talmente notevole che non può di certo essere ignorata, soprattutto per il fatto che si trattano anche loro di esseri umani, e come tali devono detenere gli stessi diritti di coloro che fortunatamente non sono portatrici di handicap. Naturalemente il settore che a noi di AZ Informatica interessa è quello informatico…

A questo punto tutte le migliori aziende produttrici di software hanno bene accolto questa nuova scienza che permette di rendere disponbile gli applicativi a tutti, tramite il raggiungimento di un’opzione attraverso più modi. Un esempio è sicuramente quello del mouse, infatti molti non hanno la possibilità, a causa di malformazioni fisiche, di utilizzare questo strumento per muoversi all’interno di un programma, questo è uno dei motivi che ha portato a raggiungere un’opzione all’interno di un programma con la combinazione o la pressione di due o più tasti.

Con usabilità invece intendiamo quella scienza che permette di rendere compatibile un prodotto informatico (nel nostro caso software o siti web) indifferentemente dalle impostazioni di un utente. L’usabilità per arrivare a questo obbiettivo si serve principalmente dell’utente. Sembrerà strano ma l’ideale per una massima usabilità di un prodotto è quella di farlo progettare indirettamente dallo stesso utente

L’usabilità rivolta ai siti web:

Con l’avvento di Internet, gli esperti di Usabilità hanno cercato di adattare questa materia alla grande rete, cercando di mantenere però sempre saldi i concetti fondamentali di questa scienza che non si ferma davanti allo sviluppo tecnologico.
L’usabilità ha iniziato da subito a chiedersi quali sarebbero state le problematiche dell’adattamento di questa materia nel campo del web e si è arrivati alla conclusione che per ottenere un sito cosiddetto “usabile” è necessario tenere conto di alcune regole fondamentali fin dall’inizio del progetto web, risulterebbe infatti quasi impossibile riadattare un sito “errato” in termini di usabilità mantenedo costante il progetto e l’interfaccia utente.

Anche gli esperti di usabilità incombero in grossi problemi nel campo del web a causa delle immagini, poiché l’utilizzo di immagini spesso toglie funzionalità e rende più “pesante” un’applicazione, ma nel campo del web l’utilizzo delle immagini è necessario per rendere il sito stilisticamente piacevole. Infatti al contrario dei software, un sito web è spesso un mezzo di comunicazione, un mezzo di rappresentanza da parte delle aziende, paragonabile in modo grossolano ad un depliant di presentazione.
Forse questo esempio riesce a rendere meglio l’idea… Immaginate di realizzare un depliant contenente solo testo, senza l’utilizzo di alcuna immagine e colori… E’ evidente che risulterebbe graficamente poco professionale e bello, pensate allora di utilizzare la stessa mentalità per il web, anche se non è poi così semplice.

In poche parole (anche se dirlo in poche parole sarebbe sbagliato!), l’usabilità cerca di adeguare un sito web alle esigenze del cliente, si tratta quindi di una specie di “lettura nel pensiero”, un adattamento alle centinaia e centinaia di possibilità che si possono creare modificando le molteplici opzioni del nostro pc. Capirete quindi che non esiste assolutamente uno standard di usabilità, ma che come la fattispecie astratta della norma nel diritto deve essere interpretata e applicata al caso concreto, anche per l’usabilità dovremo applicare le tante regole al nostro caso concreto, ovvero il sito web!

Capire l’utente?!:

Allora per applicare la norma al caso concreto basta capire il nostro utente? In parte e vero, in parte è falso, non si tratta infatti solo di questo, poiché l’utente è spesso e volentieri inesperto e non in grado di darci risposte esaurienti.

Ed allora come fare?

Internet ha da sempre ricercato strumenti per la ricerca delle impostazioni dell’utente, spesso prendendo grossi “granchi”, ma come si suol dire, sbagliando si impara.
Questi errori hanno infatti permesso di capire che le risposte dell’utente non sono quasi mai affidabili e che l’unica soluzione per renderle affidabili è il tempo e di conseguenza l’esperienza. Purtroppo Internet, oltre ad essere riempito di siti web “inutili” e privi di contenuti significativi, e con significativi intendiamo materiali con un contenuto di interesse, è popolato di utenti alle prime armi, che diventeranno esperti solo dopo mesi e mesi di navigazione nella rete.

Questo ci fa comprendere che la richiesta all’utente di domande specifiche risulta inutile nel momento in cui l’utente non è a conoscenza di ciò che gli abbiamo chiesto. Un esempio concreto di questo pericolo sono i sondaggi che permettono di far comunicare l’utente con il gestore del sito. La tecnica dei sondaggi viene quasi sempre scartata dagli esperti per il semplice fatto che quando ci troviamo a fare domande specifiche ad un utente meno esperto, solitamente o non viene data risposta, o la risposta data non corrisponde alla sua reale impostazione. E’ per questo che vengono preferite le statistiche che catturano le impostazioni del browser, che ci dicono la risoluzione utilizzata, la versione ed il tipo di browser e molte altre informazioni utili.


Ma in ogni caso anche le statistiche ci dicono poco se non sappiamo poi trasformare i dati raccolti in modifiche pratiche al nostro sito, per renderlo più “usabile” possibile. E’ per questo che il punto fondamentale per una buona riuscita di un sito è il preventivo studio dell’usabilità durante la fase di progretto, magari con una consulenza di un vero esperto di questo settore, ovvero chi dedica le sue ore della giornata per giudicare o meno l’usabilità dei siti dei propri clienti.

Bisogna sempre stare attenti a chi si affida questo lavoro, poiché molta gente si finge esperta in questo campo, approfittando dell’ “ignoranza” della maggior parte della gente in questo campo. Proprio questo fatto ha portato a riempire la grande rete internet di siti poco compatibili con la massa degli utenti, ma non è di certo questo il solo problema di internet!

Con questa piccolo articolo, siamo arrivati alla conclusione dell’introduzione a questo estesissimo argomento, che non può di certo essere riassunto in poche lezioni, ma che noi cercheremo ad ogni modo di illustrarvi le sue più importanti parti, magari citandovi fonti di approfondimento per gli argomenti trattati o consigliandovi la lettura di alcuni libri dedicati all’usabilità.

Ad ogni modo per quanto riguarda la prima lezione vi dobbiamo sicuramente citare un nome, ovvero quello di Nielsen, il guru dell’usabilità. Il giorno in cui ha annunciato di guadagnare circa 50 milioni delle vecchie lire al giorno, tutti gli esperti del web ma anche tutte le aziende, privati e tutti coloro che possedevano un sito web, hanno incominciato a rivolgere un maggiore interesse all’usabilità, dedicando un po’ di tempo della loro giornata allo studio dei principi fondamentali di questa materia, indispensabile per la realizzazione di un sito di successo. Per terminare questo articolo vi mandiamo al sito ufficiale di Nielsen, nel quale vengono pubblicati costantemente sui articolo: http://www.useit.com



[Indietro]    [Su]      [Home]      [Commenti]      [V. Stampabile]

Commenta questa notizia:
Non hai ancora fatto il
Login, puoi inserire commenti solo come anonimo.
ATTENZIONE: il tuo IP verrà memorizzato e mostrato a fianco del commento; con la pressione del tasto invia commento si esprime il consenso alla pubblicazione di tale informazione personale.
A discrezione dello staff, i commenti ritenuti non adatti od offensivi potranno essere rimossi. Nel caso di utilizzo di espressioni volgari od offensive il comportamento verrà segnalato al provider interessato.
Se non ti sei ancora registrato, cosa aspetti? Registrati subito.

Da ora puoi discutere dei problemi informatici anche sul nostro FORUM

Testo del commento:


  News correlate
 Che faccio... formatto?
 Spywares: cosa sono e come ci si difende
 L'obesità telematica: una malattia dei siti Internet
 Usabilità e creatività - usabile.it
 Usabilità - guida completa
 Usabilità - caratteri e contenuti testuali (lez. 4)
 Usabilità - impostazione grafica (lez. 3)
 Usabilità - Home Page e menu di navigazione (lez. 2)
  Ultime dal Forum

http://nesaporn.com/top/blackmale_aunt_mom/ http://nesaporn.com/top/actress_shibari_hanson_nude_scene/
Sammenlign generic viagra priser
brand viagra online canadian pharmacy
sslwpeaisoi
http://nesaporn.com/top/black_guy_savagely_fucks_teen_anal_crying/ http://nesaporn.com/top/amy_anderssen_cum/
soma usa online pharmacy
generisk eriacta laveste pris
poclgm
mqedxy

Comunicazioni / Note Legali / Staff / Collabora / Pubblicità / Privacy / Contatti


Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741470 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di TRIBOO SPA - all rights reserved CAP. SOC. EURO 28.740.210 I.V. - P.IVA 02387250307 - COD. FISC. e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI : 02387250307 tel.+39 02 64741401 - fax + 39 02 64741491. Utenti Connessi: 223


Pagina creata in 0,09sec. Powered by JuiceADV S.r.l.

Stats v0.1 (0,000sec.)