Pagina Iniziale | Preferiti Comunity: Login | Registrati | Newsletter | Forum | Concorsi Newsgroup
Canali: Hardware | Software | Files | Webmaster | Cellulari | Shop
Nel sito: News | Articoli | Files | Manuali | Consigli PC | Schede cellulari | Programmaz. | Hosting | Motori Ricerca | Glossario | Link
Servizi: Shopping | Forum | Crea un BLOG | Cartucce Compatibili | Tool News |   Sponsor: Automazione Industriale
  Articoli

Recensioni
Consigli per PC


  News e files

Software
Telefonia
Internet
Tecnologia
Files e Download


  Manualistica

Guide HW/SW
Scripts ASP
Scripts HTML
Scripts Java
Scripts Delphi
Glossario


  Shopping

Hardware
Software e Giochi
Elettronica
Cinema e Film
Console e Accessori
Prodotti Ufficio
Formazione e Corsi

Tieniti aggiornato sul mondo della tecnologia con la nostra newsletter!
La tecnologia sulla tua
casella e-mail

[Info Newsletter]


Concessionaria Pubblicitaria

<< News Precedente [Fine Pagina] News Successiva >>
Spywares: cosa sono e come ci si difende

Un articolo di: Rosario Marcianò del 30/05/2004      Letture: 40363

La terminologia "spyware", acronimo di software-spia, racchiude, semplificando, una infinità di software di vario genere, realizzati allo scopo di memorizzare tutte le preferenze dell'utente, di sottrarre le passwords e logins di accesso a siti riservati, di mantenere traccia dei tasti digitati più frequentemente sulla tastiera, di reindirizzare a siti web warez o porno ecc. ecc. Si calcola che il 90% dei frequentatori di Internet, abbiano il loro PC infetto.

Solo alcuni anni fa gli spywares erano esclusiva di grosse società ed aziende che, distribuendo software spesso "gratuiti" (in realtà il tornaconto viene dal rientro e rivendita illeciti di informazioni private e la gratuicità è il mezzo per attirare l'utenza), vedi il diffuso software di P2P Kazaa. Oggi, purtroppo, non è più così, visto che i metodi per la creazione di software spia di vario genere e pericolosità, sono ormai alla portata di qualsivoglia programmatore con pochi scrupoli, spinto magari solo dal desiderio di far danno ad altri; così il pericolo è aumentato per tre motivi fondamentali:

1) La diffusione capillare degli accessi ad internet e l'uso della banda larga;

2) L'ampio utilizzo di metodi di infezione, come i softwares di scambio files: il P2P, come dicevo o le chat line;

3) L'estrema ingenuità ed incompetenza di utenti, non sempre di giovane età, che davanti ad un computer, non hanno l'abitudine di pensare prima di agire.

  • Il primo punto rappresenta un'arma a doppio taglio: infatti se da un lato il mezzo informatico si è diffuso quasi capillarmente (specie negli U.S.A.) avvicinando persone separate da oceani e permettendo l'utilizzo di risorse estremamente utili come, ad esempio, la telemedicina, la videoconferenza, i servizi bancari, gli acquisti on line ecc.; dall'altro dobbiamo riscontrare un corrispondente aumento delle vie (di per se, come orientamento originario, legali) attraverso le quali è possibile però distribuire softwares crackati, spesso inglobanti codici malevoli.

  • Il secondo punto si spiega da solo. Al di là delle leggi di recente promulgazione atte a contrastare (maldestramente) la pirateria in generale; lo scambio di risorse di condivisione web (Peer to Peer) ha permesso e permette tutt'ora di utilizzare la banda larga per effettuare il downolad di qualsivoglia file, anche di grandi dimensioni, che sia una innocua immagine di Carmen Electra o, per contro, per esempio, il crack per Alchool 120%, che in realtà è un keylogger fatto in casa, ma pur sempre, maledettamente dannoso, o ancora... Windows XP. Sovente il furbo di turno cerca e scarica software dal codice rimaneggiato e che diversamente avrebbe dovuto acquistare (uno per tutti: Norton Antivirus 2004), lo redistribuisce attraverso lo stesso P2P ed amici con passione comune e così diffonde a macchia d'olio il software malevolo in esso incluso. Le spywares, così come i virus, fanno leva sulla curiosità, sulla inadeguatezza tecnica ed eccessiva sicurezza e mal riposta dei più e da ciò c'è sempre qualcuno che ne trae beneficio e cioè colui che per primo, ha reso disponibile illegalmente il programma crackato.

  • Il terzo punto avrebbe bisogno di una approfondita analisi, poiché sarebbe troppo semplicistico dire: "Usa il cervello, prima di agire!". Infatti, i motivi che stanno dietro a comportamenti assai diffusi, come lo scambio ed utilizzo di software pirata, non si spiegano se non analizzando anche gli aspetti psicologici, i quali sovente portano ad atteggiamenti che possono richiamare quelli dei bambini. Quando eravamo piccoli, ci provocava frustrazione non avere il giocattolo del vicino di casa o la figurina del calciatore preferito. Non appena ottenuto l'agognato giocattolo o incollata la figurina nell'album, ce ne dimenticavamo, attratti da qualcosa d'altro. Molti adulti e gli adoloscenti in genere, davanti ad un computer, perdono la cognizione della realtà, si calano profondamente in un mondo virtuale, discostandosi completamente dal mondo reale (molte coppie vanno in crisi perchè uno dei due sta sempre attaccato al PC) e di conseguenza la loro soglia di attenzione e la loro razionalità vengono a scemare, lasciando spazio all'avventatezza ed all'imprudenza (un click di più su OK è spesso cagione di guai); essi collezionano anche ciò che mai utilizzeranno: si comportano come dei bambini! Non è raro che spesso siano gli adulti i maggiori fruitori di risorse illecite. Se quindi, da un lato, il computer, permette di fare quasi tutto ciò che di solito è impossibile attraverso altri mezzi, dall'altro abbiamo utenti che non hanno la benchè minima competenza specifica, anche dopo anni di utilizzo del PC, e sono quindi maggiormente pericolosi, sia per se stessi, sia per gli altri (la diffusione di virus avviene in gran parte attraverso la posta elettronica ed i software P2P di PC infetti all'insaputa dei loro incauti possessori). I creatori di spywares, virus, troians, fanno leva su queste mie stesse considerazioni e, visti i risultati, il loro ragionamento è vincente.

    A dimostrazione di quanto sia fondata questa analisi, basta che io dica che tutti (dico tutti) i clienti che si rivolgono al sottoscritto per risolvere i problemi derivanti da infezioni da spywares, troians, virus ecc. negano sempre di aver fatto nulla per cagionare questa o quella infezione. In realtà essi non mentono: semplicemente, non sapevano quel che facevano mentre lo stavano facendo!

    Ma per tornare agli spywares...


Esistono quindi, come dicevo, diversi tipi di softwares dannosi al sistema (e lesivi della privacy). Qui di seguito, ve ne descrivo un dettagliato elenco:

Domestic Spyware è un software comunemente acquistato ed installato dagli amministratori di sistema, allo scopo di monitorare il traffico di rete e su internet. Alcuni genitori utilizzano tali software allo scopo di tener traccia dei comportamenti dei propri bambini, al fine di prevenire l'accesso a siti web con contenuti non appropriati.
Terze parti possono altresì installare tali software senza il permesso degli utenti, al fine di monitorare le attività criminali di persone sospette. Lo stesso utilizzo avviene anche da parte degli stessi criminali, allo scopo di carpire illegalmente informazioni confidenziali presenti sul PC vittima.

Commercial Spyware (altrimenti chiamato adware) è il software che molte società usano per tracciare le attività on-line dell'inconsapevole utente. Tali informazioni vengono adoperate direttamente e/o rivendute a società terze, con lo scopo di "personalizzare" eventuale pubblicità che sarà diretta al possessore del PC infetto (tramite banners pubblicitari).

In definitiva, come si diceva, le spywares, dato che risiedono in memoria, oltre a rallentare considerevolmente il sistema, "fanno la spia". Qui di seguito una lista delle più pericolose, realizzate specificatamente a scopi criminosi:

Internet URL loggers & screen recorders
Le URL loggers tracciano un dettagliato elenco dei siti visitati e sono in grado di creare e trasmettere via web degli screenshots del desktop, ogni qualvolta questo questo cambia. Questi metodi sono comuni nelle Domestic Spyware.

Chat loggers & email recorders
Le Email recorders e le chat loggers sono simili alle precedenti, creando copie di testo delle email in entrata ed uscita, nonchè delle sessioni di chat. Questi metodi sono comuni nelle Domestic Spyware.

Keyloggers & password recorders
Durante le transazioni bancarie, questi softwares, praticamente si comportano alla stregua di una persona presente alle vostre spalle e che osserva e prende nota dei tasti da voi premuti sulla tastiera. I Password recorders fanno proprio questo, registrando su disco la sequenza dei tasti digitati sulla tastiera.

Web bugs sono "inserzionisti pubblicitari" spyware o adware. Quando avete un programma del genere residente sul vostro computer, vedrete apparire popups pubblicitari, allorquando effettuerete specifiche operazioni, come, per esempio, fare una ricerca in un "Search Engine" (vedi la Google Bar).

Browser hijacking

In alcuni casi, tramite questi programmi, qualcuno si impadronisce del vostro computer, così come una sanguisuga succhia il sangue della sua vittima. Attraverso l'uso dei Browser hijacking è possibile adoperare il PC vittima come testa di ponte per effettuare attacchi informatici di varia natura o inviare centinaia di email spamming ad altri utenti, il tutto utilizzando l'indirizzo IP del PC infetto. Tale situazione espone a seri rischi, visto che il vostro computer sarà, a tutti gli effetti, l'arteficie, anche se inconsapevole, delle operazioni illegali di cui sopra.

Modem hijacking
Questi softwares sono comunemente famosi con il termine di Dialers. Se possedete un modem analogico o ISDN, tali programmi, una volta preso possesso del vostro sistema (gli ultimi sono molto sofisticati e difficili da rimuovere) sono in grado di dirottare la connessione remota sui cosidetti numeri a valore aggiunto (899 e simili), numeri di telefono a lunga distanza, il che comporterà un aumento pauroso del costo della bolletta, senza che voi ve ne accorgiate, sino a quando non arriva il conto da pagare.

PC hijacking
I PC hijackers inseriscono alcuni collegamenti web nella cartella Preferiti di Internet. Questi collegamenti, se visitati, portano all'installazione non autorizzata di plugins o ActiveX atti alla ricezione di banners pubblicitari di vario tipo (spesso pronografici). Questi programmi sono così ben congeniati che, quand'anche venisse eliminato ogni collegamento ad essi, anche dal registro di Windows, saranno in grado di "rigenerarsi" (safety net) al successivo riavvio della macchina. Una volta infettati da tali spywares, spesso, l'unica soluzione è la formattazione del disco rigido o della partizione ove è installato il SO.

Trojans & Viruses Così come il cavallo di Troia permise ai greci di entrare, nottetempo, nella città Troia, così questi softwares, mascherati da programmi innocui, possono compromettere la stabilità del sistema operativo. I vostri dati possono essere copiati, distribuiti o distrutti. Un virus è simile, ma ha la capacità in più di potersi replicare infinite volte, cagionando danno ad altri computers non debitamente protetti. Sia i Troian Horse, sia i virus, sono stati inseriti nell'elenco spywares... così non potrete dire, una volta che il vostro PC ne sarà vittima, "Io non lo sapevo".


I cattivi...


Tra le case distrubutrici di software spia, ovviamente la prima in assoluto è la Microsoft (ed il progetto Palladium, ridenominato Longhorn, ne è un esempio inquietante) anche se qualcuno potrà eccepire che ciò che dico non sia fondato. Ai posteri l'ardua sentenza. Senza dubbio alcuno, numerose funzionalità più o meno nascoste di Windows XP, lasciano ampio spazio a serie perplessità...

Tanto per farvi un esempio tra i tanti: se effettuate una ricerca all'interno del vostro PC, utilizzando il tool integrato di Windows e non siete connessi ad internet, vedrete aprirsi la finestra di connessione di accesso remoto. Anche un'evenuale firewall (non certamente quello di Windows XP) vi avvertirà del tentativo di accesso al web attraverso una determinata porta di comunicazione.

Ma l'elenco è vasto! Potrei citarvi, tanto per farvi un esempio di softwares a pagamento (e che prezzi!), Corel Draw 11 e 12 e Adobe PhotoShop CS, i quali, anch'essi, scandalosamente, includono spywares che tengono sotto controllo le attività dell'utente ed intervengono, richiedendo la connessione ad internet nel momento in cui si fa una ricerca delle immagini presenti sul PC o si tenta (è il caso di PhotoShop) di scannerizzare una banconota (pare che queste informazioni siano passate alla CIA).

Altro software non gratuito, realizzato per effettuare la deframmentazione dei volumi, è O&O Defrag, il quale, non appena installato ed ogni volta che viene eseguito, tenta la connessione ad internet.

Audiogalaxy, Grokster, Net Vampire, Kazaa, tanto per citarne alcuni, installano spie chiamate WebHancer, Gozilla, Gator, Alexa (quest'ultimo è installato anche da Windows con IE6) ecc. ecc.
Riassumendo... Uno Spyware si può a tutti gli effetti considerare un miniprogramma che tiene traccia di tutto quello che facciamo con il nostro computer.

Il problema è che queste informazioni vengono inviate su internet: lo spyware può segnalare i siti che visitiamo più spesso per dare, nel migliore dei casi, un'idea dei nostri gusti, tendenze, dei nostri contatti, ecc. Spesso i nostri dati personali (indirizzi e.mail, numeri di telefono, passwords) vengono trasmessi ad aziende che a loro volta li rivendono a privati, aziende governative. Che uso ne facciano per essere così appetibili non si può sapere; si può solo immaginarlo, e la cosa, certo, ci inquieta.


Una volta affrontato l'argomento più propriamente vicino al software spia (spyware) e cioè la non autorizzata sottrazione di informazioni personali, non posso tralasciare l'aspetto correlato al decremento progressivo delle prestazioni del sistema operativo (nella migliore delle ipotesi) o al blocco improvviso di determinate applicazioni di Windows (spesso explorer.exe).

Se il vostro computer comincia a denunciare un calo considerevole delle prestazioni (ammesso e non concesso che il sistema sia di per se in buone condizioni - dischi o volumi deframmentati - assenza di errori nel registro - cache di Internet Explorer e cartella temporanea vuote ecc.) e se cominciate a subire frequenti blocchi di sistema (non correlati a problemi hardware) e se inoltre notate un intensivo uso dei dischi rigidi e della CPU; vi saranno buoni motivi per pensare di aver collezionato un considerevole numero di spywares ed affini. Complimenti! Sarà bene che corriate ai ripari.

Correre ai ripari...

Per andare a caccia delle "cimici" nel nostro sistema ci potremo servire di programmi specifici, come ad esempio Ad-aware o Spy Sweeper.

Selezioniamo le icone che rappresentano il nostro registro di sistema e/o quelle che rappresentano il disco rigido o la partizione primaria.

Adesso facciamo una bella scansione. Clicchiamo sul primo bottone “Scan Now” e avviamo la scansione.

Finita la scansione andiamo avanti cliccando sul bottone “Continue”.

Adesso vediamo se abbiamo qualche spia...

ATTENZIONE: prima di procedere alla rimozione delle voci in elenco facciamo un Backup perchè cancellare alcuni file spia potrebbe bloccare il funzionamento di qualche programma (sempre se a questo punto ci conviene adoperare un programma contenente spywares o... meglio rinunciarvi e tener pulito il sistema. Ok, selezioniamo i file e facciamo il backup; dopodiché clicchiamo su "continue" per la rimozione.

I software che rilevano i file spia (come Ad-aware o il più sofisticato Spy Sweeper, ma ce ne sono anche altri) devono essere aggiornati periodicamente, altrimenti ne vanificheremo la loro efficacia.

Per ulteriori dettagli (in inglese) sull'argomento, vi rimando a queste pagine...

Spywares: caratteristiche e definizioni

Come agiscono

Metodi di infezione

Tipologie


© Rosario Marcianò



[Indietro]    [Su]      [Home]      [Commenti]      [V. Stampabile]

Commento di Anonimo, scritto il 15/10/2004 alle 14:31:14
Sono sconcertato della pericolosità di internet; oggi mentre visitavo i miei soliti siti ho trovato collegamenti sconosciuti sulla mia cartella preferiti. Ho cliccato su uno di essi per vedere che diavolo fosse ; il collegamento si chiamava SpyCam ; volevo sapere di che cosa si trattava : dopo aver cliccato sul collegamento si comincio a caricare la pagina web(orrenda e sconcertante);non finisce di caricarsi la pag e si porta su una pagina strana con un avviso strano in inglese che parlava di FBI e di un crimine appena commesso!!!!mi sono spaventato e ho riavviato il computer. Il crimine è stato fatto da qualcun altro nell' invadere la mia cartella preferiti.Ditemi, saro punito per la mia ignoranza o l' Fbi punira a chi a messo quel collegamento sul mio computer?Oppure era un avviso tanto per spaventare? Chiedo una risposta a voi esperti di informatica perchè sono davvero sconcertato.grazie.

Commento di Samuel Zilli, scritto il 19/10/2004 alle 18:31:07
Il messaggio visto molto probabilmente e' una bufala per spaventare. La polizia avrebbe chiuso un sito pornografico (o comunque illegale) anziche' lasciarlo caricare e poi mettere un avviso. In ogni caso, il provider registra i siti che visitiamo, e se quella pagina caricata e' stato un errore occasionale, non vi e' nessun problema legale da parte tua. Stai pure tranquillo.

Commento di Anonimo, scritto il 09/11/2004 alle 19:46:22
salve..mentre sono connesso alla rete spesso si aprono in automatico pagine di internet explorer indirizzando le stesse a indirizzi da me non digitati. cosa puo' essere stato a creare problema!come posso sistemare la situzione. grazie

Commento di Samuel Zilli, scritto il 12/11/2004 alle 06:35:34
Spesso, soprattutto quando si naviga in siti che sfruttano pubblicità poco corrette per finanziarsi, il sito è realizzato in modo che alla sua apertura vengano aperte altre finestre di Internet Explorer mirate su altri siti, che evidentemente pagano per questo "servizio pubblicitario", dal contenuto non di rado piuttosto imbarazzante. Purtroppo è una pratica piuttosto diffusa e contro la quale non ci si può far molto, o si evita di aprire questi siti oppure ci si dota di una delle utility gratuite che "bloccano" l'aprirsi di pop-up indesiderate (appunto le pagine su altri siti).

Commento di Anonimo, scritto il 22/11/2004 alle 15:20:50
ho notato che pur avendo il browser di explorer chiuso, il contaatore dei byte scaricati continua ad avanzare. Qualcuno mi puo' aiutare per sapere se sono affetto da un virus??? Grazie

Commento di Anonimo, scritto il 28/11/2004 alle 13:53:10
Attento alla bolletta! Hai uno o più dialers!!!!

Commento di Anonimo (ip: 82.51.78.46), scritto il 30/12/2004 alle 12:56:28
anch'io ho lo stesso problema, solo che anche il contatore dei byte inviati avanza continuamente...cioè mano a mano che avanza quello dei byte scaricati avanza di pari passo quello dei byte inviati. é possibile che qualcuno stia usando il mio computer per scaricare materiale illecito facendo ricadere la colpa su di me (utilizzando il mio indirizzo IP)?

Commento di Anonimo (ip: 80.182.54.219), scritto il 30/12/2004 alle 18:30:56
E' normale che quando si è connessi ad internet, anche se non si sta navigando, ci sia una trasmissione e ricezione di bytes. E' il sistema operativo ed i suoi servizi di rete che generano un minimo di traffico, dovuto all'implementazione di alcuni protocolli proprietari. E' traffico assolutamente normale e non vi è all'interno nessun dato importante.
Potrebbe diventare più sospetto il fatto che tale traffico aumenti notevolmente, avvicinandosi ai valori massimi permessi dalla connessione.
Per fugare ogni dubbio però bisognerebbe installare uno sniffer di pacchetti di rete, ed analizzare il traffico catturato; si tratta però di una procedura non banale.

Commento di Anonimo (ip: 82.51.82.39), scritto il 31/12/2004 alle 21:23:55
il problema è che si tratta di decine di megabytes...una volta mi sono allontanato per un paio d'ore ed ho trovato il mio computer che aveva ricevuto ed inviato una trentina di megabytes (e la cosa si è ripetuta). attualmente ho installato un firewall ed ho risolto il problema, ma ho paura che abbiano usato il mio computer per smistare dati illegali. è possibile una cosa del genere?

Commento di Samuel Zilli, scritto il 03/01/2005 alle 12:15:26
E' possibile, ma non così probabile come fanno pensare i "film" o i servizi dei "telegiornali", che sulla sicurezza informatica meno ne sanno e più ci ricamano sopra.

Se però hai una connessione ADSL e lasci il pc sempre acceso e connesso, aumenta effettivamente la probabilità che questo diventi oggetto di attacchi diretti o diventi il ponte per altre attività poco lecite.

Un firewall fa sicuramente al caso tuo, ma alcuni MB di dati scambiati "potrebbero" non essere sospetti, se ad esempio hai attivi gli aggiornamenti automatici del sistema operativo o dell'antivirus, che agiscono in modo "trasparente".

Commento di Samuel Zilli, scritto il 03/01/2005 alle 12:16:49
PS: il commento del 30/12/2004 alle 18:30:56 è mio, avevo dimenticato di fare il login ;-)

Commento di Anonimo (ip: 84.222.252.231), scritto il 07/09/2005 alle 17:25:54
in merito a questo messaggio che ho letto precedentemente e che vi riporto fra virgolette credo che non e' chiaro il problema. le pagine internet non sono pop up che si aprono con l'apertura di una pagina da me digitata ma intere pagine web come se qualcuno digitasse sulla barra degli indirizzi. anzi addirittura io sono connesso con adsl ma ho internet explorer chiuso perche' sto facendo altro, e queste pagine si aprono comunque da sole. cosa ne pensi?

"salve..mentre sono connesso alla rete spesso si aprono in automatico pagine di internet explorer indirizzando le stesse a indirizzi da me non digitati. cosa puo' essere stato a creare problema!come posso sistemare la situzione. grazie "

Commento di Anonimo (ip: 62.11.124.187), scritto il 27/11/2005 alle 18:21:50
Ciao ho un problema che non riesco a capire essendo principiante chiedo aiuto !! a volte quando vado a spegnere il P.C. con il tasto altF4 o anche nellìaltro modo, mi appare la scritta Altri utenti sono momentaneamente connessi al computer , se lo si spegne si potrebbero verificare la perdita dei propri dati ecc..ecc.. ora mi chiedo chi c'e' connesso al mio P.C. visto che sono io che lo comprato io che lo pagato io ed io solo che ci lavoro, Scusate l'ignoranza ma ho bisogno di piu spiegazioni possibili visto che sono autodidatta. vi ringrazio FG.

Commento di Anonimo (ip: 82.57.54.94), scritto il 15/02/2006 alle 17:05:45
salve, ho un problema: come posso bloccare l'accesso ai siti porno? per favore e' importante. m.

Commento di Anonimo (ip: 87.0.35.125), scritto il 10/05/2006 alle 00:31:27
Ciao mi chiamo Alessio, ho letto molto attentamente le Vostre indicazioni sui vari spyware e le indicazioni per controbatterli. Il problema rimane però. Pur non essendo un esperto ho avuto contezza del fatto che la piaga che miaffligge è un dialer ed anche un trojan. Ho provato scansioni non sò con quanti antivirus (gratuiti come Touscan ed altri) compreso il citato AD-aware già installato sul mio computer ma il risultato non cambia, anzi mentre faccio la scansione partono le chiamate per la connessione. Addirittura il Trojan remover acquistato con una rivista di settore senza però avere risultati. Possibile che l'unico modo per risolvere il problema sia formattare tutto? Grazie anticipatamente.

Commento di Anonimo (ip: 83.176.24.251), scritto il 30/05/2006 alle 19:17:44
chiedo un favore .come è possibile che ogni volta che scarico da emule o altri motori mi si spegne il modem rispondetemi vi prego

Commento di Anonimo (ip: 83.176.24.251), scritto il 30/05/2006 alle 19:17:48
chiedo un favore .come è possibile che ogni volta che scarico da emule o altri motori mi si spegne il modem rispondetemi vi prego

Commento di Anonimo (ip: 83.176.24.251), scritto il 30/05/2006 alle 19:19:29
alessio alcune volte formattare non basta altre basta che fai la scansione in modalità provvisoria by carlo

Commento di Anonimo (ip: 81.211.248.51), scritto il 18/06/2006 alle 15:03:51
Salve,m kiamo Lucia e anke io ricevo,quando voglio spegnere il computer, alle volte il messaggio che mi dice: "altri utenti sono momentaneamente connessi al computer, se lo si spegne si potrebbe causare la perdita dei dati"... cosa significa?!? Grazie anticipatamente.

Commento di Anonimo (ip: 151.54.105.230), scritto il 28/06/2006 alle 16:33:22
Ciao, io sono Oma, dopo un sacco di formattazioni mi trovo per la seconda volta faccia a faccia con questo problema....explorer.exe e winamp che si chiudono all' improvviso, pur avendo disabilitato il centro protezione programmi che viene fornito con l' SP2. ho fatto varie scansioni con spyboot, anti-malware antivirus, anti-spy.....ma nulla....e io ogni volta che apro esplora risorse mi trovo questo messaggio d' errore e non so cosa fare.....voi cosa mi consigliate
Grazie Mille

Commento di poiuy2, scritto il 05/12/2006 alle 00:51:42
Ciao.
Una possibile difesa .
Questi programmi spia possono essere individuati/neutralizzati con la modifica del file di registo , concesso che possano lasciare traccia ?

Commento di Anonimo (ip: 151.64.137.235), scritto il 17/12/2006 alle 00:17:22
Possibile. Ma è consigliabile cancellare le stringhe del registro di sistema una volta che esso sia stato individuato. Programmi come regisrty mechanic e ccleaner utilizzati insieme possono aiutarti in questo proposito, anche se è meglio sapersi muovere nel registro, in quanto molte stringhe non sono riconosciute dai suddetti programmi

Commento di Anonimo (ip: 82.54.71.30), scritto il 01/10/2007 alle 17:23:51
ciao a tutti!io ho paura di avere un keylogger nel pc..ultimamente mi succedono cose strane..per esempio si aprono finestre da sole oppure nel taskmanager in utenti mi esce un nome diverso dal mio..non ci capisco piu niente..vi prego aiutatemi!:(

Commento di Anonimo (ip: 82.59.120.31), scritto il 03/04/2009 alle 10:41:41
Altri utenti sono momentaneamente connessi al computer , se lo si spegne si potrebbero verificare la perdita dei propri dati
che cosa significa

Commento di Anonimo (ip: 109.239.255.69), scritto il 06/09/2010 alle 01:43:01
mnbv

Commenta questa notizia:
Non hai ancora fatto il
Login, puoi inserire commenti solo come anonimo.
ATTENZIONE: il tuo IP verrà memorizzato e mostrato a fianco del commento; con la pressione del tasto invia commento si esprime il consenso alla pubblicazione di tale informazione personale.
A discrezione dello staff, i commenti ritenuti non adatti od offensivi potranno essere rimossi. Nel caso di utilizzo di espressioni volgari od offensive il comportamento verrà segnalato al provider interessato.
Se non ti sei ancora registrato, cosa aspetti? Registrati subito.

Da ora puoi discutere dei problemi informatici anche sul nostro FORUM

Testo del commento:


  News correlate
 Che faccio... formatto?
 Spywares: cosa sono e come ci si difende
 L'obesità telematica: una malattia dei siti Internet
 Usabilità e creatività - usabile.it
 Usabilità - guida completa
 Usabilità - caratteri e contenuti testuali (lez. 4)
 Usabilità - impostazione grafica (lez. 3)
 Usabilità - Home Page e menu di navigazione (lez. 2)
  Ultime dal Forum

http://nesaporn.com/top/blackmale_aunt_mom/ http://nesaporn.com/top/actress_shibari_hanson_nude_scene/
Sammenlign generic viagra priser
brand viagra online canadian pharmacy
sslwpeaisoi
http://nesaporn.com/top/black_guy_savagely_fucks_teen_anal_crying/ http://nesaporn.com/top/amy_anderssen_cum/
soma usa online pharmacy
generisk eriacta laveste pris
poclgm
mqedxy

Comunicazioni / Note Legali / Staff / Collabora / Pubblicità / Privacy / Contatti


Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741470 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di TRIBOO SPA - all rights reserved CAP. SOC. EURO 28.740.210 I.V. - P.IVA 02387250307 - COD. FISC. e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI : 02387250307 tel.+39 02 64741401 - fax + 39 02 64741491. Utenti Connessi: 206


Pagina creata in 0,11sec. Powered by JuiceADV S.r.l.

Stats v0.1 (0,012sec.)