Pagina Iniziale | Preferiti Comunity: Login | Registrati | Newsletter | Forum | Concorsi Newsgroup
Canali: Hardware | Software | Files | Webmaster | Cellulari | Shop
Nel sito: News | Articoli | Files | Manuali | Consigli PC | Schede cellulari | Programmaz. | Hosting | Motori Ricerca | Glossario | Link
Servizi: Shopping | Forum | Crea un BLOG | Cartucce Compatibili | Tool News |   Sponsor: Automazione Industriale
  Articoli

Recensioni
Consigli per PC


  News e files

Software
Telefonia
Internet
Tecnologia
Files e Download


  Manualistica

Guide HW/SW
Scripts ASP
Scripts HTML
Scripts Java
Scripts Delphi
Glossario


  Shopping

Hardware
Software e Giochi
Elettronica
Cinema e Film
Console e Accessori
Prodotti Ufficio
Formazione e Corsi

Tieniti aggiornato sul mondo della tecnologia con la nostra newsletter!
La tecnologia sulla tua
casella e-mail

[Info Newsletter]


Concessionaria Pubblicitaria

<< News Precedente [Fine Pagina] News Successiva >>
Al top nei Motori: lez.8

Un articolo di: Fonte Esterna del 12/11/2002      Letture: 6876

Si ringrazia Studiocappello.it per la concessione del materiale pubblicato in questo articolo.

STRATEGIA PER UN POSIZIONAMENTO OTTIMALE


· Il fatto di focalizzarsi su una nicchia aiuta anche in questo caso: avere un prodotto o un servizio unico con pochi concorrenti presenti e quasi una garanzia per un buon piazzamento.

· Una estrema specializzazione della pagina aumenta la rilevanza delle parole chiave di ricerca perche' testo, link e META tags sono completamente dedicati ad uno o pochi specifici prodotti invece di disperdersi in varie direzioni (mi ricordo che un partecipante ad un seminario una volta mi chiese come mai il suo sito non riusciva a piazzarsi bene nei motori di ricerca. Gli chiesi cosa vendesse online. "Tutto" fu la risposta ..).

· Scegliere accuratamente le parole/frasi di ricerca. Per ognuna di esse fate una ricerca sui 5 maggiori MR. Quali siti occupano i primi 10 posti? Se hanno a che fare con il vostro prodotto allora la parola/frase usata va bene, altrimenti provatene altra.

· Analizzate la "fonte" (l'HTML) dei siti meglio piazzati per ciascun MR e per ciascuna parola/frase di ricerca. Che Meta Tags ha usato? Qual'e' la densita' delle varie parole di ricerca?

· Scrivere un Meta Tag di descrizione del contenuto che sia il riflesso del testo della pagina.

· Evitate trucchi tipo quello di infarcire il sito con parole di ricerca che non hanno a che fare con il vostro sito perche' tanto non funzionano.

· Le parole di ricerca sono soggette alla legge della domanda e dell'offerta. Alcune parole sono altamente competitive perche'' molto usate e sara' difficile raggiungere un buon piazzamento.

Alcune parole sono talmente inflazionate che i MR le ignorano addirittura. E' il caso di parole come "Internet"; "marketing"; "computer"; "PC"; "software" etc. Non usatele.

· Attenzione alle "Pagine Orfane". Se un MR ha incluso nell'indice una pagina che e' stata successivamente cancellata, il visitatore che clicca il link si ritrova con un avvertimento che "la pagina richiesta non e' rintracciabile". Pessima pubblicita'. Lasciate attive tutte le pagine registrate. Cambiate il contenuto se dovete, ma assolutamente non cancellatele dal sito.

Incidentalmente: una pagina che cambia continuamente contenuto tendera' a perdere rilevanza in AltaVista e a guadagnarla in Excite. Un vero mal di testa.

· Home Page. La maggior parte dei MR non indicizza pagine che non hanno testo (ma, ad esempio, solo grafici).

· Tag. Siete mai arrivati su una pagina che dopo pochissimi secondi cambia e vi porta automaticamente su un'altra pagina? E' il risultato di un tag HTML che specifica su che pagina ridirigervi e dopo quanti secondi. La maggior parte dei MR non indicizzano pagine che includono un tag per cui e' meglio non usarli.

· Importanza della Differenziazione(ancora ..). Se siete in una categoria competitiva (viaggi ad esempio) dovete trovare il modo di differenziarvi altrimenti correte il rischio di rimanere confusi nella massa dei concorrenti.
Supponiamo che il vostro sito promuova un hotel a Venezia. In una ricerca per "Venezia hotel" probabilmente sarete insieme a decine, se non centinaia di altri siti piu' o meno rilevanti. Supponiamo che siate vicini ad un museo o all'imbarco per Murano. Ottimizzate il sito in modo tale da essere inclusi nelle ricerche dove compare la parola "Murano" oppure il nome del museo, e vedrete che sarete uno dei pochi hotel, se non l'unico, a comparire tra i risultati della ricerca.
Normalmente le ricerche vengono condotte usando piu' parole: "Venezia" + "San Marco"; oppure "Venezia" + "Murano"; "Venezia" + "hotel". Vogliamo comparire in ricerche che hanno a che fare con Venezia ma non necessariamente con la parola "hotel" in modo da non comparire raggruppati con la concorrenza e di spiccare agli occhi del potenziale cliente.

LA TERZA GENERAZIONE DEI MOTORI DI RICERCA

Tratto da: "La terza generazione dei motori di ricerca" di Lucio Mirando www.inetitalia.com

E' ormai nozione comune che i motori di ricerca cambiano costantemente le regole con cui indicizzano e catalogano le pagine web. Le ragioni di questo continuo cambiare sono due: il numero di pagine pubblicate online cresce a dismisura e con esso cresce il tentativo di "ingannare" i motori di ricerca per cercare di conquistare posizioni da capoclassifica per le proprie pagine.
Una delle tecniche piu' comunemente impiegate a tale scopo e' la creazione delle cosiddette pagine "gateway". In molti casi si tratta di pagine uguali l'una all'altra con solo dei minimi cambiamenti nel testo per promuovere l'una o l'altra parola chiave.
L'obiettivo dei motori di ricerca e' totalmente opposto: estrarre dal mucchio pagine che siano rilevanti per la ricerca effettuata e levare di mezzo pagine che sono in buona sostanza dei gran doppioni. Questa, in breve, e' la situazione.
Cambiamenti profondi si stanno profilando all'orizzonte con l'emergere di quella che viene ormai definita la "terza generazione" dei motori di ricerca. Questo articolo si pone come obiettivo di spiegare come i motori di ricerca siano arrivati alla decisione di implementare una terza generazione dei loro sistemi di ricerca, indicizzazione e catalogazione e quale sara' l'impatto su tutti noi comuni mortali.

Tre generazioni di motori di ricerca

Agli albori della storia di Internet i motori di ricerca basavano la catalogazione dei siti basandosi sul testo della pagina e sulla densita' delle parole di ricerca e la Prima Generazione aggiunse i META Tags ai criteri di decisione.
Con la Seconda Generazione, quella attualmente ancora largamente in uso, i motori di ricerca hanno cominciato ad analizzare:

· Popolarita' della pagine: quantita' e qualita' dei link verso la nostra pagina. In questo senso un link da YAHOO! conta molto di piu' di un link che arriva dalla ditta Rossi.com

· Permanenza: quanto piu' lunghe sono le permanenze medie dei visitatori del nostro sito, tanto piu' alta sara' la sua rilevanza.

La Terza Generazione (G3) nello sviluppo dei motori di ricerca si sta affacciando adesso sulla scena. E' da chiarire che i motori di ricerca sono sempre gli stessi: si evolvono passando dalla Prima alla Terza generazione con la applicazione di nuove tecniche di indicizzazione e catalogazione ma i nomi rimangono quelli che conosciamo ormai da sempre: Excite, Lycos, Inktomi etc.

Page Vector (PV) e Term Vector (TV)
La spiegazione tecnica di queste due nuove categorie di analisi e' piuttosto complicata. Di seguito cerchero' di renderla semplice ed intuitiva. Pur nella semplificazione e nella approssimazione dei concetti, la spiegazione coglie gli aspetti essenziali dei fenomeni indagati.

· Core sites
L'insieme dei siti relativi ad argomenti omogenei presenti nell'indice di un motore di ricerca rappresenta il "core". Ad esempio, se un MR ha gia' catalogato 5000 siti che trattano di gioielleria, questi siti rappresentano il "core" dei siti di gioielleria. Quando registrerete il vostro sito (e voi siete dei produttori di gioielli ..) il vostro sito verra' confrontato con il "core" dei siti di gioielleria.

· PV
I motori G3 fanno l'analisi di tutte le pagine di ciascun "core" e calcolano un Page Vector, in pratica danno un "voto" a ciascuna pagina presente nel loro indice e relativa ad un certo argomento. Ad esempio, prendiamo la gioielleria. Il MR analizzera' le caratteristiche di tutte le pagine relative alla gioielleria presenti nell'indice ed assegnera' un voto a ciascuna di esse. La media dei voti, o altre manipolazioni statistiche di tali voti, sara' il PV.

· TV
Supponiamo che siate dei produttori di gioielli. Supponiamo che produciate gioielli in argento, monili da indossare. Supponiamo che abbiate registrato il vostro sito con un motore G3. Il MR analizzera' le caratteristiche della vostra pagina e le assegnera' un Term Vector. Il TV viene poi comparato con il PV assegnato al "core" della gioielleria ed il confronto determina la posizione del vostro sito nell'indice (in altre parole, il confronto detrrminera' se il vostro sito apparira' al primo posto, al millesimo posto oppure in una posizione intermedia). Piu' il TV e' vicino al PV piu' il vostro sito aumentera' di rilevanza. L'ideale sarebbe di far si' che il vostro sito sia inserito nel "core" della gioielleria. E' da notare che il "core" e' un numero chiuso, per ogni sito di gioielleria che entra nel "core" della gioielleria un altro sito di gioielleria viene eliminato. Al momento Inktomi accetta registrazioni a pagamento per siti da inserire nei vari "core" del loro indice. Un occasione da non perdere.



[Indietro]    [Su]      [Home]      [Commenti]      [V. Stampabile]

Commenta questa notizia:
Non hai ancora fatto il
Login, puoi inserire commenti solo come anonimo.
ATTENZIONE: il tuo IP verrà memorizzato e mostrato a fianco del commento; con la pressione del tasto invia commento si esprime il consenso alla pubblicazione di tale informazione personale.
A discrezione dello staff, i commenti ritenuti non adatti od offensivi potranno essere rimossi. Nel caso di utilizzo di espressioni volgari od offensive il comportamento verrà segnalato al provider interessato.
Se non ti sei ancora registrato, cosa aspetti? Registrati subito.

Da ora puoi discutere dei problemi informatici anche sul nostro FORUM

Testo del commento:


  News correlate
 Youtube: trasformare il proprio video in un successo
 Google e la video pubblicità
 Come progettare una campagna di web marketing e posizionamento sui motori di ricerca
 Lavorare aprendo un podcast? Ancora presto...
 Investimenti nei motori di ricerca: 4 miti da sfatare
 Marketing Banner: lez. 3/3
 Marketing Banner: lez. 2/3
 Marketing Banner: lez. 1/3
  Ultime dal Forum

phd thesis citation style
shel silverstein poems homework machine
add and homework help
titles cell phone essays
doncaster bookbinders thesis order form
chemistry hw
essay scorer teacher
justice essay crucible
global warming writing essay

Comunicazioni / Note Legali / Staff / Collabora / Pubblicità / Privacy / Contatti


Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741470 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di TRIBOO SPA - all rights reserved CAP. SOC. EURO 28.740.210 I.V. - P.IVA 02387250307 - COD. FISC. e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI : 02387250307 tel.+39 02 64741401 - fax + 39 02 64741491. Utenti Connessi: 233


Pagina creata in 0,09sec. Powered by JuiceADV S.r.l.

Stats v0.1 (0,015sec.)