Pagina Iniziale | Preferiti Comunity: Login | Registrati | Newsletter | Forum | Concorsi Newsgroup
Canali: Hardware | Software | Files | Webmaster | Cellulari | Shop
Nel sito: News | Articoli | Files | Manuali | Consigli PC | Schede cellulari | Programmaz. | Hosting | Motori Ricerca | Glossario | Link
Servizi: Shopping | Forum | Crea un BLOG | Cartucce Compatibili | Tool News |   Sponsor: Automazione Industriale
  Articoli

Recensioni
Consigli per PC


  News e files

Software
Telefonia
Internet
Tecnologia
Files e Download


  Manualistica

Guide HW/SW
Scripts ASP
Scripts HTML
Scripts Java
Scripts Delphi
Glossario


  Shopping

Hardware
Software e Giochi
Elettronica
Cinema e Film
Console e Accessori
Prodotti Ufficio
Formazione e Corsi

Tieniti aggiornato sul mondo della tecnologia con la nostra newsletter!
La tecnologia sulla tua
casella e-mail

[Info Newsletter]


Concessionaria Pubblicitaria

<< News Precedente [Fine Pagina] News Successiva >>
Lavorare aprendo un podcast? Ancora presto...
Forse è ancora presto per mollare il proprio lavoro e guadagnare con i podcast.

Un articolo di: Staff del 06/04/2007      Letture: 9126

Su Gentile concessione di Tommaso Tessarolo. Visitate il suo blog.

C’è anche qui da noi chi ha mollato tutto per campare più che degnamente con la sola attività di Blogging. Robin Good è un esempio concreto, che da mesi ormai sta evangelizzando la blogosfera italiana spiegando quali sono le tecniche che ha adottato. Altri esempi naturalmente ci arrivano dagli USA e dalla Francia dove esistono diverse decine di blogger auto-sufficienti. Spesso, come nel caso di Robin, non si tratta di blog puri, ma più che altro di siti d’informazione molto ben fatti che hanno adottato alcune particolarità tipiche di un blog. In ogni caso, onore al merito.

 Itunes Store Images Podcast Hero Mac20060912

Molto meno profittevole è invece la situazione dei Video Blogger, o più in generale dei Video Podcaster. In un interessante articolo Business Week parla chiaro: volete lasciare il vostro lavoro sperando di campare con i Podcast Video? Lasciate perdere. Almeno per il momento. Si perché i casi di successo sono ancora pochissimi. Il numero degli spettatori/ascoltatori dei Podcast è in continuo aumento, dal 11% nel 2005 al 13% del 2006 della popolazione Web USA (che a sua volta è aumentata, quindi il numero complessivo di fruitori di Podcast è aumentato significativamente). Cosa manca però perché anche questo segmento cominci ad essere profittevole?

Innanzi tutto la diffusione della cultura dei Podcast. Fino a 3 mesi fa, soprattutto per i video, la situazione era piuttosto complessa. L’arrivo di Windows Vista e della Apple TV hanno però colmato una grande lacuna nei mezzi (hardware/software) a disposizione per la fruizione di questo tipo di contenuti. Ora è necessario che Vista ed Apple TV si diffondano. Ma il problema principale che continua ad esistere è quello della pubblicità. I Podcast sono ancora troppo poco considerati, non tanto perché se ne sottovaluti il fenomeno, ne perché abbiano poi numeri così bassi, quanto perché mancano degli strumenti condivisi di rilevazione delle redemption. Sto facendo uno studio approfondito su questo tema che non ho ancora chiuso, quindi non entro nei particolari, ma le soluzioni che oggi abbiamo per misurare l’efficacia dell’advertising su materiali video “scaricati” sono poche, disomogenee e ancora tutte da verificare.  Appletv Images Tourthumbpodcasts 20070109-1 Questo è un problema. Soprattutto nella sfera della distribuzione digitale di contenuti, laddove cioè ci si aspetta il più alto grado di tracciabilità. E, senza poter sapere quanti spettatori hanno recepito un messaggio pubblicitario, l’advertising si fa fatica a vendere. Se vi ricordate i dati forniti da eMarketer che pubblicai qualche mese fa, la pubblicità nei video online continua in realtà a crescere. Ma i numeri si riferiscono all’advertising per i video da vedere “dentro” le pagine Web, ovvero a quella forma di visione che consente massima tracciabilità. Mentre ancora oggi, tutti i principali Podcast Video, una volta scaricati, scompaiono dai radar. Nei prossimi giorni vi parlerò di quali sono le soluzioni attualmente possibili, ma posso già anticiparvi che nessuna è però ancora entrata nei favori dei pochi grandi Video Podcaster, che continuano a generare revenus principalmente da sponsorizzazioni in pre/post roll, product placement, e con il classico advertising ad accompagnare il blog da dove la trasmissione può essere scaricata.

RocketBoom ha dichiarato revenues per poco più di $260K per l’anno passato, ma i numeri che riesce a generare (da 300K a 1M di views a puntata) fanno pensare che con una piattaforma adeguata per l’utilizzo dell’adveritising si potrebbe arrivare molto oltre. Business Week nel suo articolo chiude dicendo che saranno i prossimi due anni a farci capire come evolveranno queste dinamiche, due anni dove si prevede che Vista (ed il suo supporto per i Podcast) e la Apple TV (e cloni) avranno una diffusione significativa, ma soprattutto che i servizi per il tracking & live targeting di pubblicità su materiale video scaricato entreranno all’interno di tutte le principali produzioni.

Non lasciate quindi il vostro lavoro per fare i Podcaster, non ancora almeno. Certo è pero che, essendo qui da noi un terreno quasi totalmente vergine, chi riuscirà nei prossimi 2/3 anni a posizionare dei prodotti interessanti avrà probabilmente un vantaggio competitivo di grande valore.

– L’articolo di Business Week: “Don’t Quit Your Day Job, Podcasters



[Indietro]    [Su]      [Home]      [Commenti]      [V. Stampabile]

Commenta questa notizia:
Non hai ancora fatto il
Login, puoi inserire commenti solo come anonimo.
ATTENZIONE: il tuo IP verrà memorizzato e mostrato a fianco del commento; con la pressione del tasto invia commento si esprime il consenso alla pubblicazione di tale informazione personale.
A discrezione dello staff, i commenti ritenuti non adatti od offensivi potranno essere rimossi. Nel caso di utilizzo di espressioni volgari od offensive il comportamento verrà segnalato al provider interessato.
Se non ti sei ancora registrato, cosa aspetti? Registrati subito.

Da ora puoi discutere dei problemi informatici anche sul nostro FORUM

Testo del commento:


  News correlate
 Youtube: trasformare il proprio video in un successo
 Google e la video pubblicità
 Come progettare una campagna di web marketing e posizionamento sui motori di ricerca
 Lavorare aprendo un podcast? Ancora presto...
 Investimenti nei motori di ricerca: 4 miti da sfatare
 Marketing Banner: lez. 3/3
 Marketing Banner: lez. 2/3
 Marketing Banner: lez. 1/3
  Ultime dal Forum

write a brief outline for a research essay
faith sproul dissertation
asa sample essay format
how to write a college paper thesis
research papers on religion
the chrysalids essay prejudice
narrative essay high school
creative writing phd uk funding
essay for terrorism

Comunicazioni / Note Legali / Staff / Collabora / Pubblicità / Privacy / Contatti


Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741470 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di TRIBOO SPA - all rights reserved CAP. SOC. EURO 28.740.210 I.V. - P.IVA 02387250307 - COD. FISC. e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI : 02387250307 tel.+39 02 64741401 - fax + 39 02 64741491. Utenti Connessi: 230


Pagina creata in 0,09sec. Powered by JuiceADV S.r.l.

Stats v0.1 (0,000sec.)