Pagina Iniziale | Preferiti Comunity: Login | Registrati | Newsletter | Forum | Concorsi Newsgroup
Canali: Hardware | Software | Files | Webmaster | Cellulari | Shop
Nel sito: News | Articoli | Files | Manuali | Consigli PC | Schede cellulari | Programmaz. | Hosting | Motori Ricerca | Glossario | Link
Servizi: Shopping | Forum | Crea un BLOG | Cartucce Compatibili | Tool News |   Sponsor: Automazione Industriale
  Articoli

Recensioni
Consigli per PC


  News e files

Software
Telefonia
Internet
Tecnologia
Files e Download


  Manualistica

Guide HW/SW
Scripts ASP
Scripts HTML
Scripts Java
Scripts Delphi
Glossario


  Shopping

Hardware
Software e Giochi
Elettronica
Cinema e Film
Console e Accessori
Prodotti Ufficio
Formazione e Corsi

Tieniti aggiornato sul mondo della tecnologia con la nostra newsletter!
La tecnologia sulla tua
casella e-mail

[Info Newsletter]


Concessionaria Pubblicitaria

<< News Precedente [Fine Pagina] News Successiva >>
I programmi di affiliazione (lez. 2/2)

Un articolo di: Fonte Esterna del 20/05/2002      Letture: 7529

Questa guida che pubblicheremoin due momenti riguarda i programmi di affiiazione ed è fornita gentilmente da alverde.net.

I programmi di affiliazione



Guida introduttiva: Quali società sono affidabili

Capire se un programma di affiliazione è affidabile nei pagamenti non è semplice bisogna quindi muoversi con cautela per evitare di essere truffati. Internet, per sua stessa natura, non offre molte garanzie all'utente che ha guadagnato onestamente dei soldi e pretende di essere pagato. Per una società disonesta, infatti, è molto semplice rifiutarsi di pagare e scomparire per sempre. Qualcuno consiglia di prendere in considerazione solo le società più conosciute ma rimane comunque un certo margine di rischio.

Ad esempio alcuni siti d'aste online hanno ottenuto una grandissima visibilità grazie ai loro programmi di affiliazione ma si sono sempre rifiutati di corrispondere ai loro affiliati le commissioni guadagnate. Fino a qualche mese fa, infatti, si potevano trovare i banner pubblicitari di Aucland e Eurobid in migliaia di siti e questo poteva dare una certa garanzia di affidabilità ma la realtà ha dimostrato il contrario. Aucland ha avuto problemi societari mentre di Eurobid non si hanno notizie da molto tempo. Nell'ultima email inviata da Eurobid ai suoi affiliati c'era scritto che il servizio (il programma di affiliazione) veniva momentaneamente sospeso per renderlo più sicuro e che tutte le richieste di pagamento erano state prese in considerazione. Da mesi non ci sono novità e gli affiliati continuano ad aspettare i soldi che hanno guadagnato. Nell'esempio che ho fatto non si è trattato di malafede ma probabilmente di problemi finanziari.

Per evitare di fare pubblicità gratuita tramite il vostro sito a società disoneste che sfruttano l'escamotage del banner pagato per guadagnare visibilità sul web dovete valutare almeno questi punti:

  • ci sono testimonianze di altre persone che sono già state pagate?
  • sul sito che gestisce il programma di affiliazione c'è l'indirizzo reale della società?
  • la società svolge un attività commerciale?
  • le commissioni che vengono offerte sono troppo vantaggiose?

Nessuno di questi punti è indispensabile ma, ad esempio, il programma di affiliazione di un negozio online, che ti riconosce una percentuale sul valore della merce venduta tramite il tuo sito e che per sentito dire paga puntualmente, offre molte più garanzie di quello di una nuova società che non vende niente ma ti riconosce ben 500£ per ogni click che riceve il suo banner nel tuo sito.

In conclusione è meglio affidarsi all'esperienza di altri webmaster che già avuto modo di provare lo sponsor che ci interessa e diffidare sempre di chi offre commissioni esagerate.

La crisi dei programmi di affiliazione pay per click

Uno dei metodi più efficaci per far conoscere la propria attività economica online ed il proprio sito di e-commerce consiste nello sviluppare un programma di affiliazione. Questo sistema di promozione è in grande espansione anche in Italia e lo dimostra il fatto che sempre più società decidono di utilizzare questo strategia di web marketing. Da sempre le affiliazioni più interessanti per i webmaster sono quelle "pay to click" cioè quelle che corrispondono una commissione per ogni click sul banner dello sponsor. Questo tipo di collaborazione tra merchant (sponsor) e affiliato porta evidenti vantaggi ad entrambi, i primi, infatti, possono aumentare rapidamente il numero di accessi al proprio sito mentre i secondi possono ottenere un giusto compenso economico per la pubblicità che fanno.

La realtà degli ultimi tempi, invece, si sta rivelando sempre più svantaggiosa per gli sponsor. Il motivo è semplice: molti webmaster imbrogliano. Alcuni sono convinti che sia sufficiente pubblicare qualche pagina web, magari con pochi contenuti e tanti banner pubblicitari, per guadagnare con il web. Ovviamente i visitatori di un sito con queste caratteristiche saranno pochi e di conseguenza anche i click sui banner. A questo punto ci sono due possibilità:

1) il webmaster capisce che per guadagnare è necessario creare un sito di qualità, con contenuti interessanti e soprattutto con molti accessi (e si mette al lavoro);
2) il webmaster comincia a cliccare sui banner pubblicitari del suo sito e cerca vari modi per aumentare il numero di click illegalmente
La seconda strada è molto più semplice ed è probabilmente la più seguita anche da chi ha un sito di buona qualità.

A testimonianza di questo vi riporto i fatti accaduti ad un programma di affiliazione pay to click molto conveniente, avviato nell'Agosto '01, così come me li ha raccontati il suo amministratore:

"Si sono iscritti con un sito di tutto rispetto, un portale regionale anche carino e in home page hanno inserito alcuni banner in rotazione. Hanno fatto richiesta per inserire il nostro banner e io accettai. Nei referrer vedevo che i visitatori arrivavano da loro pagine interne dove vi erano i banner in rotazione. Notai però che entravano anche da pagine a cui non riuscivo ad accedere...
Alla fine ci riuscii e vidi che il nostro banner non veniva mai visualizzato... per forza erano solo banner hard! Ad un certo punto per curiosità iniziai a cliccare sui banner e vidi aprirsi il nostro sito.
Questi volevano anche avere ragione...3 email dove chiedevano spiegazioni perché loro erano stati corretti!"

" avevano messo sotto alcune immagini hard clicca qui per scaricare il filmato e ovviamente c'era il nostro link!"
" aprendo il loro sito si apriva per ben 5 volte il nostro sito e quello di un altro pay per click!"
"usavano un servizio americano per cambiare ip"
"Invio Loghi e Suonerie
Da qui potete inviare gratuitamente al vostro telefonino migliaia di Loghi e Suonerie!
Attenzione: prima di cliccare su Invio loghi e suonerie dovete cliccare su i 2 banner che vedete sotto, fare caricare le 2 pagine e chiuderle. Solo così avverrà l'invio corretto dei loghi o delle suonerie. [il nostro banner e quello di un altro pay per click]"
Questi sono solo alcuni esempi ne potrei citare molti altri. Questo programma di affiliazione italiano è stato chiuso nel Settembre '01.

La situazione a livello internazionale è simile. Dal primo Luglio '01, infatti, una delle più importanti società di affiliate marketing (Commission Junction), che gestisce i programmi di affiliazione di centinaia di siti, ha eliminato l'opzione "pay per click" mantenendo solo quelle "pay per lead" e "pay per sell".

Per evitare situazioni di questo tipo i merchant utilizzano alcuni sistemi per controllare la validità dei click ma spesso questi controlli vengono raggirati o semplicemente ignorati da chi decide di truffare il servizio "pay per click". Quando vengono scoperti molti affiliati negano l'evidenza e hanno anche il coraggio lamentarsi per il trattamento ricevuto. In questi casi si sente dire "Quella società non paga", "Mi hanno bannato quando stavo per richiedere il pagamento" e simili. L'effetto di questo atteggiamento è particolarmente negativo per lo sponsor che vede il suo nome ingiustamente associato a scorrettezza, scarsa professionalità, disonestà ecc.

In questo modo una società non può farsi pubblicità perché se non verifica la correttezza dei click è costretta a pagare cifre esagerate a persone che imbrogliano mentre se controlla i click e prende i provvedimenti necessari diventa subito, tramite passaparola, una società disonesta perché "Non paga!".

In conclusione, pur essendoci molte persone serie e webmaster volenterosi, i programmi di affiazione "pay per click" sono probabilmente destinati a fallire.



[Indietro]    [Su]      [Home]      [Commenti]      [V. Stampabile]

Commenta questa notizia:
Non hai ancora fatto il
Login, puoi inserire commenti solo come anonimo.
ATTENZIONE: il tuo IP verrà memorizzato e mostrato a fianco del commento; con la pressione del tasto invia commento si esprime il consenso alla pubblicazione di tale informazione personale.
A discrezione dello staff, i commenti ritenuti non adatti od offensivi potranno essere rimossi. Nel caso di utilizzo di espressioni volgari od offensive il comportamento verrà segnalato al provider interessato.
Se non ti sei ancora registrato, cosa aspetti? Registrati subito.

Da ora puoi discutere dei problemi informatici anche sul nostro FORUM

Testo del commento:


  News correlate
 Youtube: trasformare il proprio video in un successo
 Google e la video pubblicità
 Come progettare una campagna di web marketing e posizionamento sui motori di ricerca
 Lavorare aprendo un podcast? Ancora presto...
 Investimenti nei motori di ricerca: 4 miti da sfatare
 Marketing Banner: lez. 3/3
 Marketing Banner: lez. 2/3
 Marketing Banner: lez. 1/3
  Ultime dal Forum

phd thesis citation style
shel silverstein poems homework machine
add and homework help
titles cell phone essays
doncaster bookbinders thesis order form
chemistry hw
essay scorer teacher
justice essay crucible
global warming writing essay

Comunicazioni / Note Legali / Staff / Collabora / Pubblicità / Privacy / Contatti


Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741470 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di TRIBOO SPA - all rights reserved CAP. SOC. EURO 28.740.210 I.V. - P.IVA 02387250307 - COD. FISC. e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI : 02387250307 tel.+39 02 64741401 - fax + 39 02 64741491. Utenti Connessi: 234


Pagina creata in 0,09sec. Powered by JuiceADV S.r.l.

Stats v0.1 (0,000sec.)