Pagina Iniziale | Preferiti Comunity: Login | Registrati | Newsletter | Forum | Concorsi Newsgroup
Canali: Hardware | Software | Files | Webmaster | Cellulari | Shop
Nel sito: News | Articoli | Files | Manuali | Consigli PC | Schede cellulari | Programmaz. | Hosting | Motori Ricerca | Glossario | Link
Servizi: Shopping | Forum | Crea un BLOG | Cartucce Compatibili | Tool News |   Sponsor: Automazione Industriale
  Articoli

Recensioni
Consigli per PC


  News e files

Software
Telefonia
Internet
Tecnologia
Files e Download


  Manualistica

Guide HW/SW
Scripts ASP
Scripts HTML
Scripts Java
Scripts Delphi
Glossario


  Shopping

Hardware
Software e Giochi
Elettronica
Cinema e Film
Console e Accessori
Prodotti Ufficio
Formazione e Corsi

Tieniti aggiornato sul mondo della tecnologia con la nostra newsletter!
La tecnologia sulla tua
casella e-mail

[Info Newsletter]


Concessionaria Pubblicitaria

<< News Precedente [Fine Pagina] News Successiva >>
Dieci autori per l'80% dello spam
I messaggi pubblicitari molesti sono per lo più frutto di organizzazioni internazionali ramificate

Un articolo di: Michele Costanzo del 16/11/2006      Letture: 2190

Dai tempi in cui una coppia di avvocati dell'Arizona invase di messaggi pubblicitari il mondo di Usenet, lo spam ha radicalmente cambiato forma. Se in passato era plausibile che messaggi pubblicitari fossero frutto di iniziative locali di società inosservanti della legge, oggi lo scenario è in radicale mutazione, sempre più riconducibile ad vere e proprie organizzazioni a delinquere internazionali.

E' questo il dato principale che emerge da uno studio di Spamhause, che riconduce ben l'80% dello spam mondiale a sole 10 figure. In questa singolare classifica nella top ten figurano ben quattro cittadini russi (la Russia è uno dei Paesi con la legislazione più lacunosa in materia), un ucraino e due statunitensi. Israele, Hong Kong e Canada ospitano la restante triade della classifica.

Tutti i soggetti della lista sono perennemente irreperibili, operano nell'ombra e sfruttano tecniche sempre più sofisticate che arrivano alla creazione di veri e propri Internet Services Providers dedicati.

Fonte: it.theinquirer.net



[Indietro]    [Su]      [Home]      [Commenti]      [V. Stampabile]

Commenta questa notizia:
Non hai ancora fatto il
Login, puoi inserire commenti solo come anonimo.
ATTENZIONE: il tuo IP verrà memorizzato e mostrato a fianco del commento; con la pressione del tasto invia commento si esprime il consenso alla pubblicazione di tale informazione personale.
A discrezione dello staff, i commenti ritenuti non adatti od offensivi potranno essere rimossi. Nel caso di utilizzo di espressioni volgari od offensive il comportamento verrà segnalato al provider interessato.
Se non ti sei ancora registrato, cosa aspetti? Registrati subito.

Da ora puoi discutere dei problemi informatici anche sul nostro FORUM

Testo del commento:


  News correlate
 Wordpress.org: scoperta backdoor in 3 plug-in
 Gmail sotto attacco phishing
 Facebook: rischio LikeJacking per gli italiani
 Falla cross-site scripting per Twitter
 Apple commenta i problemi di iTunes
 Koobface, una nuova variante su Facebook
 iTunes, violati numerosi account
 Youtube inciampa nei commenti
  Ultime dal Forum

supreme fx iii drivers
Zinsen v7.0 license by DEVOTiON
Buy Cheap Chloramphenicol Online No RX 86
how to remove the printer driver from registry
Total Annihilation: Kingdoms cheats
iomega slim dvd drivers
?????? ???????? ? ??????
no cd crack neverwinter nights 1.69
canoscan n650u driver win7

Comunicazioni / Note Legali / Staff / Collabora / Pubblicità / Contatti


Copyright JuiceADV S.r.l. (P.IVA : 02387250307), tutti i diritti riservati Utenti Connessi: 232


Pagina creata in 0,05sec. Powered by JuiceADV S.r.l.

Stats v0.1 (0,000sec.)